Raffaele Rendina

Comprendere per apprezzare.

“Il vino è conforme all’intelletto, ognuno beve il vino che merita” – Emile Peynaud

Se è vero che per conoscere davvero un vino bisogna innanzitutto stappare la bottiglia, non è meno importante imparare a conoscerlo già prima di versarlo nel bicchiere, esplorandone dall’etichetta alla storia della cantina, dall’identità genetica al patrimonio territoriale e culturale. Il vino può rappresentare una passione personale, la chiave di una professione nel campo della ristorazione o una vera e propria attività imprenditoriale, per questo i corsi offerti spaziano dal semplice avvicinamento all’universo enologico, con curiose monografie e la guida per sviluppare una degustazione consapevole, fino ad arrivare all’elaborazione di percorsi didattici personalizzati, tarati sulle esigenze di addetti ai lavori e aziende del settore, combinando in maniera integrata le risorse on line, la consulenza in sede e i cicli di lezioni dal vivo. Per imparare come scegliere un vino, come abbinarlo a tavola, come conservarlo, presentarlo in commercio o produrlo.

Basta un pc, una connessione internet e una manciata di click per accedere alla formazione via web. Entrare a far parte della Wine Academy on line significa intraprendere un percorso didattico qualificato senza doversi spostare dalla propria scrivania, pianificando la frequenza in base alle esigenze personali di tempo grazie all’abbattimento della distanza fisica tra scuola e allievo. Significa poter scegliere liberamente quali corsi seguire e procedere nello studio seguendo i propri ritmi di apprendimento, senza temere di trascurare focus e approfondimenti suggeriti durante le lezioni. A questo si aggiunge la possibilità di riconsultare in qualsiasi momento i materiali e gli aggiornamenti forniti dal docente, con il vantaggio di ritrovarsi immediatamente inseriti in una community di appassionati e addetti ai lavori pronti a condividere notizie e scambiare opinioni sul vino. Per un’immersione autentica e interattiva nel mondo dell’enologia.

Ogni vino ha una sua lettura, così come ogni palato ha un sua cultura. Nel Corriere delle Sete io offro la mia, stando alla larga dagli stereotipi e dalle mode, per confezionare un’analisi scientifica senza cadere in quei tecnicismi da intenditore che spesso allontanano il grande pubblico dal piacere semplice di un buon bicchiere di vino. L’obiettivo è accendere spunti di riflessione e dare al lettore gli strumenti per una degustazione consapevole ma libera, non solo con i miei corsi ma anche attraverso questa pubblicazione periodica che vive di due anime: una cartacea, pensata con taglio monografico di volta in volta dedicato a un particolare aspetto del vino (distribuita a Roma nelle enoteche e nei locali più attenti al vino, ma disponibile anche in pdf ), e l’altra on line che integra l’informazione con approfondimenti di attualità, curiosità, fiere di settore e appuntamenti per aggiornarsi su tendenze e andamenti della produzione e del mercato enologico.

"Comprendere ciò che si ha nel bicchiere ci consegna la consapevolezza di saper apprezzare"
Raffaele Rendina
Enologo/Sommelier

Accesso riservato agli alunni